Tutela del territorio, comparto agro-alimentare, lavoro: i tre impegni di Antonella Incerti

Tutela del territorio, comparto agro-alimentare, lavoro: Antonella Incerti, candidata PD collegio uninominale 11 – Reggio Emilia, annuncia le priorità del suo programma.

Il primo impegno della candidata riguarda la cura e protezione del territorio, che ha dimostrato anche in passato la sua fragilità dal punto di vista idrogeologico (l’alluvione a Lentigione, il problema frane di Ligonchio). Su questo tema occorre un impegno forte e costante, a sostegno delle popolazioni e delle attività imprenditoriali che già hanno avuto la forte di reagire.

Arginare il dissesto idrologico significa strutturare un progetto innovativo di protezione ambientale del territorio, che comporti anche la corretta gestione della risorsa acqua e un adeguato piano di lavori pubblici. “Siamo tutti consapevoli della grande forza e ricchezza della nostra montagna – commenta Antonella Incerti – e vogliamo lavorare insieme per sfruttarne appieno le potenzialità, anche a livello turistico”.

Conseguente al tema territorio, c’è la tutela e sviluppo di un’attività economica fondamentale per la provincia reggiana, il comparto agro-alimentare. “Un comparto dal grande valore economico e sociale – commenta Incerti – che sarà oggetto della mia attività parlamentare attraverso un percorso di sostegno concreto alle imprese agricole, il consolidamento delle necessarie infrastrutture (anche telematiche), la tutela attiva di tutti i prodotti tipici del nostro territorio e la promozione di fiori all’occhiello quali il Parmigiano Reggiano, l’Anguria di Novellara, l’Aceto Balsamico, il Lambrusco e la Spergola, storici vitigni tipici della nostra provincia”.

Un lavoro più stabile per i giovani – ma non solo per loro – è l’altro obiettivo primario della candidata PD. Forte dell’intensa attività svolta negli ultimi cinque anni in Parlamento, Incerti punta infatti ad aumentare le tutele per i lavoratori, oltre a prevedere ulteriori sgravi contributivi per l’assunzione degli under 35 e maggiori incentivi per l’imprenditoria giovanile. “Anche se i dati ci descrivono un livello di occupazione in positivo incremento – ricorda Incerti – le sofferenze ci sono e dobbiamo continuare a fornire risposte chiare e tempestive, oltre a politiche industriali capaci di riattivare la produzione e le richiesta di posti di lavoro”. Nel programma di Incerti figurano anche la tutela delle partite IVA, il sostegno alla piccola-media impresa e più equità in tema di differenze di genere.

No Comments

Leave a Reply